martedì 26 giugno 2012

SU QUESTO E SU ALTRI TERREMOTI (informazioni utili) 3^ puntata


L'ESAME DEL QUADRO FESSURATIVO
L’esame e la lettura delle lesioni costituiscono un efficace elemento di indizio per la individuazione dei meccanismi di collasso di una struttura. In base alla disamina di parametri qualitativi e quantitativi si costruisce un quadro fessurativo, il tipo di sollecitazione che lo ha prodotto, e le eventualità di crollo. Le caratteristiche delle fessure da tenere d’occhio sono la loro ampiezza, l'inclinazione, lo sviluppo, la forma,  la profondità: una lesione puo’ essere superficiale ed interessare solo una ’ faccia’ del muro,  profonda, o addirittura passante, cioè puo’ interessare il muro in tutto il suo spessore. Puo’ essere vecchia (formatasi in tempi passati) o di nuova formazione. In genere, osservando i lembi della lesione, se questi si presentano con spigoli vivi, si tratta di fessure di nuova formazione  e bisogna cominciare a tenerle d’occhio. Se l’ampiezza della lesione supera i 4 mm conviene effettuare un lavoro di monitoraggio che consiste nell’applicazione di un fessurimetro ( si comprano con pochi soldi) oppure si possono semplicemente applicare due vetrini fissandoli ciascuno ai due lati della fessura e monitorare il mutuo spostamento delle tacche, che nelle figure ”C” sono segnate in rosso. (vedere Figg. C1 e C2)


COMUNI FESSURIMETRI IN COMMERCIO

Fig. A



Fig. B


Se una lesione si evolve rapidamente (aumenta in sviluppo o in larghezza) nel breve termine vuol dire che è in atto un meccanismo di crollo e bisogna abbandonare l’edificio. In ogni caso è sempre  consigliato avvalersi dell’aiuto di un tecnico e consultarlo preventivamente.


RILEVATORI DELLO SPOSTAMENTO  (Self made)
Fig.C1



Fig.C2 

Un altro sistema molto semplice ed immediato è quello di porre a cavallo della lesione  "sospetta" un provino di vetro sottile (2 mm) attaccato ai due lati con della calce: se la lesione si modifica, il provino si spacca.


QUADRI FESSURATIVI E MECCANISMI DI COLLASSO
Ricostruzione del meccanismo di collasso attraverso l'analisi del  quadro fessurativo (Fig.D). In questo caso il crollo è dovuto alla presenza di due aperture poste ad angolo che individuano una superficie preferenziale di rottura, un probabile effetto spingente delle travi di copertura sul lato piu' lungo e  la mancanza di  dispositivi di connessione  all'incrocio fra i due muri maestri. 

Fig. D


Altre modalità di collasso, alcune delle quali dovute al martellamento effettuato dalle travi di legno (arcarecci) inclinate nel senso della pendenza  del tetto. Le travi poste in opera in questa posizione sono dette "spingenti" e, in presenza di sisma,  tendono a fare ribaltare il muro di prospetto su cui poggiano, "spingendolo" dall'interno all'esterno (fig. 1 e 2). La fig. 3 mostra l'effetto del martellamento della trave di colmo sulla porzione di muratura sovrapposta alla finestra a primo piano. La fig. 4 mostra un ribaltamento (molto diffuso in quelle costruzioni in assenza di ammorsamenti fra muri maestri o a solai non collegati ai  muri stessi). In sostanza il fenomeno del ribaltamento s'innesca subito perchè non impedito da alcun vincolo.

Fig.E


La prossima  puntata  sarà dedicata alle tecniche di riparazione degli edifici in muratura, elencando  i vari tipi di intervento a seconda del tipo di meccanismo di crollo da contrastare, il tipo di dissesto. Verrà fatta anche una distinta fra gli interventi che tendono al restauro, al risanamento al consolidamento strutturale. 

*Le Fig  D-E sono tratte da " Sicurezza e conservazione dei centri storici - Il caso Ortigia" di Antonino Giuffrè

15 commenti:

Alligatore ha detto...

Come sempre sono lettore attentissimo ...la mia casa è stata da poco ristrutturata (3-4 anni) e ho attaccato un pezzo nuovo al vecchio. Dove le due costruzioni si sono unite c'è una bella crepa lunga, ma sottile (presente ben prima degli ultimi terremoti) e che, mi hanno detto essere una cosa naturale e che ci sarà sempre. Grazie.

mr.Hyde ha detto...

E' vero quello che ti hanno detto, su quello non c'è da preoccuparsi... In verità quando si collega una costruzione vecchia ad una nuova, fra le due si lascia il cosidetto 'giunto sismico',(le due costruzioni si allontanano una decina di centimetri, per case a tre piani) che è previsto dalla normativa, quando la vecchia è in muratura e la nuova è un telaio in cemento armato. Se invece la parte vecchia e la nuova sono entrambe in muratura si devono 'ammorsare' bene tra di loro (immagina un effetto cerniera tra i mattoni,o mattoni e pietre componenti i muri) ed aggiungere una rete di materiale plastico nell'intonaco per tenerlo piu' coeso.

Adriano Maini ha detto...

Spero tanto che tu possa riscuotere il massimo della dovuta attenzione in ambiente ufficiale!

mr.Hyde ha detto...

Sei molto gentile! In ogni caso, anche il solo fatto che queste informazioni siano lette dai miei lettori e contribuiscono in qualche modo ad arricchire la loro conoscenza su questo argomento di 'vitale' importanza, per me è un motivo di soddisfazione.

Ernest ha detto...

molto interessante

mr.Hyde ha detto...

Grazie..ci sarà qualche altra puntata.

Maraptica ha detto...

Insomma dovrei stampare il tutto e tenermelo da parte come un memo... sei ferratissimo Hyde!

mr.Hyde ha detto...

Continua a seguirla questa rubrica, Maraptica, perchè ho il piacere di scriverla e curarla per voi..Grazie e a presto!!

Anonimo ha detto...

I just like the valuable information you supply in your articles.
I will bookmark your blog and check once more right
here frequently. I'm quite certain I will learn many new stuff proper right here! Good luck for the next!
Here is my webpage : Thealtcult.com

Anonimo ha detto...

I'm extremely inspired along with your writing abilities and also with the layout for your weblog. Is that this a paid subject or did you modify it your self? Either way stay up the nice high quality writing, it is uncommon to look a nice blog like this one today..
Also see my page - eltecnocultoes.jigsy.com

Anonimo ha detto...

Thanks for sharing your info. I really appreciate your efforts and I will be waiting for your further write ups thank you once again.


my webpage - meratol review

Anonimo ha detto...

Very nice post. I simply stumbled upon your blog and wished to mention that I have really loved surfing
around your weblog posts. After all I will be subscribing
in your feed and I'm hoping you write again soon!

Here is my weblog :: www.soulmarks.co.uk

Anonimo ha detto...

I all the time used to study article in news papers but now
as I am a user of net so from now I am using net for posts, thanks to web.


My homepage ... sky mobile tv promo code

Anonimo ha detto...

I know this if off topic but I'm looking into starting my own weblog and was curious what all is required to get setup? I'm assuming having a blog like
yours would cost a pretty penny? I'm not very web smart so I'm not 100% sure.
Any tips or advice would be greatly appreciated. Many thanks

Feel free to visit my website - hotmail technical support

Anonimo ha detto...

At thiѕ tіme it seems like Drupɑl is the best bloɡging platform out there гight now.
(from what I've read) Is that what you're using on your blog?



My site xpert taxis