venerdì 1 maggio 2015

IL LAVORO RENDE LIBERI ? 1° MAGGIO 2015

Ho sempre sognato di dare la meritata dignità a questa frase. Toglierla dal fango e dal sangue dentro cui  fu immersa nel periodo del nazismo, e restituirla agli originari destinatari: gli uomini. 





Con la speranza e il monito che non diventi un ricatto, ma una promessa



AREA - ARBEIT MACHT FREI 

10 commenti:

Blackswan ha detto...

Il lavoro oggi è solo ricatto e precarietà. E la vita ha un unico Dio: il profitto. Speranze? Nessuna, andrà sempre peggio.

mr.Hyde ha detto...

@ Blackswan:
E' così, è esattamente quello che penso.E' un ricatto.

ant ha detto...

Condivido pienamente...è un vero e proprio ricatto, condito da tante falsità, decine di infide slide e cazzate di ogni tipo, ma tanto bastano 80 euro per avere la maggioranza assoluta.

mr.Hyde ha detto...

@ ant:
già , fanno finta di regalarti 80 euro da una parte per togliertene 800 dall'altra.Non èla recita di fine anno, è recita tutto l'anno!

Zio Scriba ha detto...

Oggi il lavoro è quasi solo lavhorror e schiavismo, con l'aggravante di essere mascherato da non schiavismo.

"La schiavitù può subire un forte incremento, se le si concede l'apparenza della libertà". (Ernst Junger)

mr.Hyde ha detto...

@ Zio Scriba:
Mi trovi perfettamente d'accordo.Quella frase la vedo benissimo all'ingresso della fiera internazionale. Un abbraccio.

Ambra ha detto...

E invece io, nel momento in cui la vidi così vistosamente brutale all'ingresso del lager, ho pensato a quanto anacronistica fosse a frase e il suo significato.

mr.Hyde ha detto...

@ Ambra:
Si certo quegli assassini vigliacchi fecero un uso indegno della frase. Oggi è del lavoro che si fa uno strumento di ricatto. Per chi ce l'ha e per chi lo cerca..
Ciao Ambra.

Nella Crosiglia ha detto...

Bellissima prospettiva Mr. Hyde mio, bellissimo augurio..ma posso dirti una cosa che mi arriva dal profondo del cuore?
Ho tanta paura!
Un cestino di baci per tutti voi bella famiglia!

mr.Hyde ha detto...

@ Nella:
Hai ragione c'è da aver paura. Più per le ultime generazioni, forse, che non hanno,al momneto, tante prospettive ma solo chiacchere. Un caloroso abbraccio dalla band!